Italia e Francia divise tra forze di apertura e populismi

Italia e Francia divise tra forze di apertura  e populismi

Le recenti elezioni in Francia, concluse con il trionfale successo dell’outsider Emmanuel Macron, forniscono elementi di riflessione importanti anche per la nostra (politicamente) disastrata Italia. Se tante sono le differenze fra Italiani e Francesi, altrettante sono le affinità. Ci avvicinano la struttura amministrativa, mutuata in Italia da quella francese napoleonica, l’adozione dei valori fondanti di libertà, uguaglianza e fraternità (leggi: solidarietà), iscritti nella bandiera tricolore comune alle due nazioni. E, venendo a tempi più recenti,…

Continua a leggere

Francia: per la sinistra il duello è già iniziato

Francia: per la sinistra il duello è già iniziato

A un anno dal voto del 23 aprile 2017, il risultato delle presidenziali francesi sembra già scritto: socialisti fuori al primo turno, ballottaggio tra la Le Pen e Juppé, comodo successo finale dell’ex primo ministro. Mentre non vi è nel Fronte Nazionale chi possa contendere la candidatura presidenziale a Marine Le Pen, il centrodestra sceglierà per la prima volta il proprio candidato all’Eliseo mediante primarie aperte in programma il 20 novembre, con eventuale ballottaggio il 27: nessuno…

Continua a leggere

Francia: una politica moderna e riformista è possibile

Francia: una politica moderna e riformista è possibile

   Ad un mese esatto dall’orrore che ha insanguinato Parigi e che ha colpito tutti noi, una maggioranza non scontata di francesi ha, con dignità e nel modo unico e meraviglioso proprio delle vere democrazie, negato al Front National il governo, foss’anche, di una sola Regione. Con una reazione degna di una Nazione matura e responsabile i cittadini francesi hanno voluto evitare il rimedio peggiore del male. Resta tuttavia una realtà il fatto che quasi sette…

Continua a leggere

Viva il ballottaggio! (e abbasso i luoghi comuni)

Viva il ballottaggio! (e abbasso i luoghi comuni)

In Francia votano col doppio turno da cinquantasette anni. Questo sistema lo conoscono bene le classi dirigenti e i cittadini, che hanno imparato a usarlo alla perfezione. I francesi adottano tre varianti di doppio turno: il doppio turno nazionale con ballottaggio a due, vigente per le presidenziali; il doppio turno di collegio, in cui gran parte ma non tutti i ballottaggi sono a due, per eleggere i deputati dell’assemblea nazionale; il doppio turno di lista,…

Continua a leggere