Pd. Riforme, conti in ordine e dismissioni per portare il debito/pil al 100%

Pd. Riforme, conti in ordine e dismissioni per portare il debito/pil al 100%

di Luigi Marattin   I governi a guida Pd in questi tre anni hanno raggiunto due obiettivi per quanto riguarda i principali aggregati di finanza pubblica: hanno ridotto il deficit (dal 3% del Pil del 2014 al 2.1% del terzo trimestre 2017, una cifra che probabilmente sarà anche il dato annuale), e hanno stabilizzato il debito al 132% del Pil, valore che è rimasto pressoché costante negli ultimi tre anni. Questo valore tuttavia rimane troppo…

Continua a leggere

Banche e imprese: la rivincita dell’economia reale

Banche e imprese: la rivincita dell’economia reale

di Giuseppe De Lucia Lumeno Segretario Generale Associazione Nazionale fra le Banche Popolari     Nei tempi difficili che attraversiamo stiamo assistendo, in maniera sempre più evidente, alla riscoperta del senso di appartenenza e del radicamento al proprio territorio. Passata – forse – la sbornia della globalizzazione neoliberista, causa non marginale anche della lunga ed estenuante crisi economia, va rinascendo una propensione, quella del legame con il territorio, che sembrava doversi archiviare con il ‘900…

Continua a leggere

Banche/ “Siamo molto Popolari”: storia di una controriforma

Banche/ “Siamo molto Popolari”: storia di una controriforma

di Giuseppe De Lucia Lumeno     Controstoria di una riforma che arriva da lontano Presentazione del libro di Corrado Sforza Fogliani a Milano     Si è tenuta, venerdì 1° dicembre, nella sede dell’Associazione Bancaria Italiana di Milano, la prima presentazione – la seconda si è svolta a Roma presso la sede Abi di Palazzo Altieri il 12 dicembre – del libro “Siamo molto popolari” scritto dal Presidente dell’Associazione fra le Banche Popolari, Corrado Sforza…

Continua a leggere

Equità nelle pensioni: un nodo ancora intricato

Equità nelle pensioni: un nodo ancora intricato

Aldo Amoretti è Presidente Associazione Professione in Famiglia     Il Boeri Presidente Inps ha detto il 30 ottobre scorso: “E” giusto che i datori di lavoro dei dipendenti che fanno lavori usuranti e che comportano rischi per la salute e un tasso di mortalità più alto si facciano carico del problema pagando contributi più alti.” Ben detto. Se è giusto che la solidarietà generale concorra a pagare la pensione anticipata per i lavoratori interessati a…

Continua a leggere

L’Italia nel futuro della UE. Oltre il sovranismo

L’Italia nel futuro della UE. Oltre il sovranismo

di Enrico Morando, Presidente di Libertà Eguale e Viceministro dell’Economia   La tesi che vorrei sostenere è organizzata attorno a tre capisaldi: 1- l’Italia può avere un futuro di prosperità e benessere solo se cambia profondamente. Si deve trattare di: Cambiamento economico: la produttività del lavoro e dei fattori non cresce adeguatamente dall’inizio degli anni ’90. Per tornare a crescere serve una riforma delle istituzioni economiche fondamentali. Cambiamento del sistema politico-costituzionale. Almeno dalla fine degli…

Continua a leggere

La funzione del credito per un lavoro degno e libero

La funzione del credito per un lavoro degno e libero

«Il lavoro che vogliamo. Libero, creativo, partecipativo, solidale». E’ questo il titolo della 48ª Settimana Sociale dei cattolici italiani che si svolgerà a Cagliari dal 26 al 29 del prossimo ottobre. L’appuntamento, come è già chiaro dal titolo, sarà interamente dedicato al tema del lavoro quale elemento fondamentale per la crescita del Paese, nella piena consapevolezza che proprio sulla realtà del lavoro “si gioca il futuro di una società e anche la responsabilità dei cattolici…

Continua a leggere

Regolamentazione e concorrenza

Regolamentazione e concorrenza

  Il sistema bancario, come quello economico e industriale, stanno affrontando, in tutto il mondo, la sfida della rivoluzione tecnologica che, per rapidità e radicalità, non ha precedenti nella storia economica. Una rivoluzione epocale che chiede una profonda ridefinizione dell’organizzazione aziendale e delle professionalità insieme alla realizzazione di nuove attività e nuovi strumenti gestionali che dovrebbero essere sempre finalizzati a creare nuova occupazione, ad accrescere ricavi e a sostenere l’economia reale. Una sfida che, soprattutto…

Continua a leggere

Le banche del territorio per lo sviluppo dell’economia reale

Le banche del territorio per lo sviluppo dell’economia reale

“In Italia non ci sono troppe banche”. Finalmente si inizia a ragionare e a mettere da parte il furore ideologico che ha costruito, nel corso di oltre un ventennio, uno tra i più radicati luoghi comuni. Quello secondo il quale nel nostro Paese ci sarebbero troppe banche e che molte di queste risulterebbero troppo inefficienti nel mercato attuale. Le cose non stanno così e lo abbiamo più volte sottolineato. Ora, ad affermarlo è anche Camillo…

Continua a leggere

Bankitalia: cresce il risparmio delle famiglie

Bankitalia: cresce il risparmio delle famiglie

Malgrado tutto, le famiglie italiane riprendono a risparmiare. I dati forniti dalla Banca d’Italia, nella sua relazione annuale, attestano che la propensione al risparmio delle famiglie, calcolata al netto della variazione delle riserve dei fondi pensione, è lievemente aumentata passando dall’8 per cento del 2015, all’8,3 nel 2016. Certo, resta su valori bassi sia se si fa riferimento agli storici sia se paragonata a quella dell’area euro che si attesta attorno ad un più sostanzioso…

Continua a leggere

Economia dei territori e sviluppo sostenibile

Economia dei territori e sviluppo sostenibile

Anche se la crisi economica sembra ormai avere attenuato i suoi effetti sul sistema bancario, con quest’ultimo che inizia ad evidenziare segnali di ripresa degli impieghi alla clientela, continuano ad essere numerose ed impegnative le sfide che si profilano all’orizzonte per le banche non solo italiane ma anche europee. In primo luogo, le operazioni di ristrutturazione che nel nostro Paese sono già in atto da diverso tempo sono destinate a proseguire con l’obiettivo di raggiungere…

Continua a leggere
1 2 3 5