Ceccanti: “È il ruolo dell’Italia in Europa la vera posta in palio delle elezioni”

Ceccanti: “È il ruolo dell’Italia in Europa la vera posta in palio delle elezioni”

Intervista del magazine Formiche a Stefano Ceccanti, vicepresidente di Libertà Eguale e candidato PD alla Camera a Pisa   ***   Prima di tutto l’Europa, a proposito della quale la strada tracciata dal Partito Democratico e dall’intero centrosinistra è l’unica che miri davvero a creare un’Unione “più democratica ed efficiente” in linea con gli sforzi di Francia e Germania. Il costituzionalista e candidato Pd alle politiche Stefano Ceccanti non ha dubbi: le elezioni di domenica prossima saranno fondamentali soprattutto in chiave europea, per…

Continua a leggere

Salvare l’Europa (e l’Italia) dal populismo è la sfida del 2018

Salvare l’Europa (e l’Italia) dal populismo è la sfida del 2018

Perché cresce l’appeal delle idee populiste nelle democrazie occidentali? E, in particolare, nelle regioni dell’Europa mediterranea? Come si spiegala forza propulsiva dei Cinque stelle, nonostante le cattive prove di governo nelle città da loro amministrate e nonostante le gaffe quasi quotidiane dei suoi portavoce? Si tratta di un fenomeno temporaneo o ci accompagnerà a lungo nei prossimi anni? Nel voto della Brexit e nell’elezione di Donald Trump, nel crollo di consensi nei confronti dei partiti…

Continua a leggere

Caro PD, parliamo di Europa, non di alleanze

Caro PD, parliamo di Europa, non di alleanze

di Stefano Ceccanti     Il dibattito politico sui quotidiani è bloccato o sui confusi lavori (e annesse strumentalità) della commissione sulle banche o sui micro-spostamenti di ceto politico, che hanno indubbiamente un qualche valore (sempre meglio qualche alleato in più che in meno), ma i cui riflessi significativi sul voto degli elettori sono tutti da dimostrare. Invece il dibattito politico nelle sedi che contano è tutto diverso e riguarda il futuro dell’Unione Europea a…

Continua a leggere

Morando/ Europa, Macron, riforme: le nostre proposte per il 2018

Morando/ Europa, Macron, riforme: le nostre proposte per il 2018

Conclusa ieri a Orvieto l’Assemblea annuale di Libertà Eguale         “Fare una campagna elettorale come PD sul discrimine europeismo-antieuropeismo. Alleanza con Macron per una nuova sovranità europea. Rilanciare la proposta di riforma istituzionale ed elettorale centrata sul semipresidenzialismo francese, tutta intera e senza timidezze”. Enrico Morando, viceministro dell’Economia ha concluso così ieri l’assemblea annuale di Libertà Eguale di cui è presidente. L’associazione da 18 anni raccoglie i riformisti del partito democratico, molti…

Continua a leggere

Libertà Eguale/ Tonini e Napolitano: “Serve più Europa. Sosteniamo il disegno di Macron”

Libertà Eguale/ Tonini e Napolitano: “Serve più Europa. Sosteniamo il disegno di Macron”

  “Gli Stati nazionali europei sono, oggi, l’epicentro della crisi della sovranità. Emblematica di questa crisi è la questione della spesa pubblica. Quella europea è la più grande del mondo, perché è la percentuale più alta del pil più grande del mondo. Ma il 98% di questa enorme quantità di ricchezza è gestito dagli Stati nazionali, ossia ad una scala dimensionale strutturalmente inadeguata a fornire risposte ai problemi primari dei popoli: difesa e sicurezza, crescita…

Continua a leggere

Per essere socialdemocratici oggi… serve più Europa

Per essere socialdemocratici oggi… serve più Europa

di Antonio Preiti   Ultima arriva l’Austria. La sconfitta dei socialdemocratici si aggiunge al minimo storico dei socialdemocratici tedeschi, all’azzeramento dei socialisti francesi, al risultato populista della Brexit e all’elezione ugualmente populista di Trump. Insomma, anche a essere ciechi, si vede che in occidente qualcosa a sinistra non va. La domanda, allora, diventa: la sinistra (intesa in senso lato), con il suo apparato di idee, programmi, linguaggio, sensibilità, e con la sua concezione del mondo,…

Continua a leggere

Forza e debolezza dei nazionalismi europei

Forza e debolezza dei nazionalismi europei

di Sergio Fabbrini   I nazionalismi europei: ci sono quelli di sinistra e quelli di destra. Ma hanno un denominatore comune: sono contro l’Europa. In un recente editoriale per Il Sole 24 Ore, Sergio Fabbrini propone un’analisi efficace dei sovranismi. Con piacere annunciamo che l’autore parteciperà all’Assemblea di Libertà Eguale (Orvieto, 2-3 dicembre 2017)     Non c’è stata un’elezione recente che non abbia registrato uno slittamento anti-europeista dei sistemi politici nazionali coinvolti. Dopo la…

Continua a leggere

Rethinking Europe: solidarietà, sviluppo, pace

Rethinking Europe: solidarietà, sviluppo, pace

di Papa Francesco   Vi proponiamo il discordo del Papa Francesco I ai partecipanti alla Conferenza “(Re)thinking Europe”, organizzata dalla Commissione delle Conferenze Episcopali dell’Unione Europea (COMECE)     Sono lieto di prendere parte a questo momento conclusivo del Dialogo (Re)Thinking Europe. Un contributo cristiano al futuro del progetto europeo, promosso dalla Commissione degli Episcopati della Comunità Europea (COMECE). Saluto particolarmente il Presidente, Sua Eminenza il Cardinale Reinhard Marx, come pure l’On. Antonio Tajani, Presidente del…

Continua a leggere

Un pacto de Estado para Cataluña

Un pacto de Estado para Cataluña

di Miquel Iceta, Segretario del Partito Socialista Catalano   Pubblichiamo di seguito un intervento in lingua originale di Miquel Iceta sulla questione catalana. Miquel Iceta, nato nel 1960, è dal 2014  segretario del Partito Socialista Catalano (Psc, federato al Psoe) nonché capolista e candidato Presidente della Catalogna per le prossime elezioni del 21 dicembre. Parteciperà con un collegamento via Skype al Convegno di Orvieto di Libertà Eguale (2-3 dicembre 3017). Il suo sito è: https://miqueliceta.com/   Una grave…

Continua a leggere

Si può ancora fare politica contro le false idee sull’Europa

Si può ancora fare politica contro le false idee sull’Europa

di Jurgen Habermas   “L’Unione non è sinonimo di noia né di burocrazia Ma per salvarla va riformata”. Un appello che il grande filosofo tedesco rilancia, auspicando che anche negli altri stati europei si affermino leader di statura analoga a quella del francese Macron (La Repubblica, 28 ottobre 2017).      Per Walter Benjamin la capitale dell’Europa era Parigi; per l’ironico e ostinato Robert Menasse dovrà essere Bruxelles. In questo modo il vincitore del Deutscher…

Continua a leggere
1 2 3 4