LibertàEguale

Digita parola chiave

Revisione costituzionale. Distinguere le critiche politiche dalle norme giuridiche vigenti che non sono state violate

Redazione sabato 14 febbraio 2015
Condividi

da www.huffngtonpost.it

Revisione costituzionale. Distinguere le critiche politiche dalle norme giuridiche vigenti che non sono state violate
di Stefano Ceccanti
Dal punto di vista politico, di merito e di opportunità, la si può pensare come si vuole, ma da quello strettamente giuridico, non di teorie generali più o meno estrose, ma di norme vigenti, finché non si cambiano, vi sono le regole stabilite dalla Costituzione (in particolare l’articolo 138), i Regolamenti parlamentari art. 97/100 Reg. Camera e artt. 121/124 Senato) e la legge sui referendum 352/1970), nessuna delle quali è stata sin qui violata.

Lascia un commento

L'indirizzo mail non verrà reso pubblico. I campi richiesti sono segnati con *