LibertàEguale

Digita parola chiave

Greta Thunberg, tra fiaba e profezia

Danilo Di Matteo mercoledì 6 Ottobre 2021
Condividi

di Danilo Di Matteo

 

Per lunghi mesi abbiamo associato il volto e l’azione di Greta Thunberg all’idea di solitudine. Mentre i suoi compagni seguivano le lezioni, il venerdì, ella manifestava, appunto, in solitudine. Solitudine di cui il silenzio finiva per rappresentare quasi una metafora. Non a caso, alcuni, sulla stampa, le suggerivano di tornare a indossare i panni della sedicenne, di divertirsi con i coetanei e di andare al cinema. Invocavano, insomma, una sorta di normalizzazione. Ecco, oggi costoro possono sentirsi appagati. Nel frattempo, infatti, è diventato “normale”, per non poche ragazze e ragazzi di quella generazione, preoccuparsi dell’ambiente ed esprimersi pubblicamente al riguardo, con un’invidiabile e intelligente vis polemica.

In ballo vi è il futuro, certo, ma ancor più il presente. In ciò la sedicenne Greta somigliava tanto alla bambina della fiaba di Andersen, capace di dire ciò che tutti, in realtà, vedevano: l’Imperatore è nudo!

D’altro canto, la sua era (ed è) una sorta di profezia. La capacità di leggere i segni dei tempi, di interpretare dunque il presente e, in base a ciò, di proiettarsi nel futuro rappresenta infatti un aspetto cruciale della profezia. Vocabolo che noi tendiamo, invece, a relegare troppo facilmente nella sfera del “sacro” (disponendo peraltro di un’idea assai approssimativa di quest’ultimo).

Insomma, il merito principale di Greta è di essere ora tutt’altro che sola.

Tags:
Articolo precedente

Lascia un commento

L'indirizzo mail non verrà reso pubblico. I campi richiesti sono segnati con *

Privacy Preference Center

Preferenze

Questi cookie permettono ai nostri siti web di memorizzare informazioni che modificano il comportamento o l'aspetto dei siti stessi, come la lingua preferita o l'area geografica in cui ti trovi. Memorizzando l'area geografica, ad esempio, un sito web potrebbe essere in grado di offrirti previsioni meteo locali o notizie sul traffico locale. I cookie possono anche aiutarti a modificare le dimensioni del testo, il tipo di carattere e altre parti personalizzabili delle pagine web.

La perdita delle informazioni memorizzate in un cookie delle preferenze potrebbe rendere meno funzionale l'esperienza sul sito web ma non dovrebbe comprometterne il funzionamento.

NID

ad

Statistiche

Google Analytics è lo strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Questo servizio potrebbe utilizzare un insieme di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche sull'utilizzo dei siti web senza fornire informazioni personali sui singoli visitatori a Google.

__ga
__ga

other