Forza e debolezza dei nazionalismi europei

Forza e debolezza dei nazionalismi europei

di Sergio Fabbrini   I nazionalismi europei: ci sono quelli di sinistra e quelli di destra. Ma hanno un denominatore comune: sono contro l’Europa. In un recente editoriale per Il Sole 24 Ore, Sergio Fabbrini propone un’analisi efficace dei sovranismi. Con piacere annunciamo che l’autore parteciperà all’Assemblea di Libertà Eguale (Orvieto, 2-3 dicembre 2017)     Non c’è stata un’elezione recente che non abbia registrato uno slittamento anti-europeista dei sistemi politici nazionali coinvolti. Dopo la…

Continua a leggere

Le banche del territorio per lo sviluppo dell’economia reale

Le banche del territorio per lo sviluppo dell’economia reale

“In Italia non ci sono troppe banche”. Finalmente si inizia a ragionare e a mettere da parte il furore ideologico che ha costruito, nel corso di oltre un ventennio, uno tra i più radicati luoghi comuni. Quello secondo il quale nel nostro Paese ci sarebbero troppe banche e che molte di queste risulterebbero troppo inefficienti nel mercato attuale. Le cose non stanno così e lo abbiamo più volte sottolineato. Ora, ad affermarlo è anche Camillo…

Continua a leggere

Macronismo, uno nuovo spettro si aggira per l’Europa

Macronismo, uno nuovo spettro si aggira per l’Europa

L’ascesa di Emmanuel Macron alla presidenza francese ha messo media e politici alla ricerca della formula segreta per replicarne il successo. Macron è un eclettico prodotto dell’élite intellettuale e amministrativa francese, economicamente liberale, socialmente progressista, marcatamente a favore dell’integrazione europea. Dopo oltre tre anni di attentati terroristici nelle strade di Francia, la scelta di un candidato che orgogliosamente rivendica il valore dell’apertura al mondo era tutt’altro che scontata.  Non sorprendono quindi l’entusiasmo e il desiderio…

Continua a leggere

L’OSSESSIONE RIGORISTA DELLA SIGNORA NOUY

L’OSSESSIONE RIGORISTA DELLA SIGNORA NOUY

Da alcuni anni la Bundesbank è capofila in Europa dell’istanza di ridurre l’entità dei titoli di Stato nel portafoglio delle banche, adducendo al riguardo la finalità di spezzare il legame tra i rischi associati al debito sovrano dei Paesi Ue ed il rischio sistemico generato dagli intermediari creditizi. Non c’è da stupirsi, pertanto, che nell’intervento tenuto lo scorso 24 ottobre all’università Bocconi di Milano, la presidente del Supevisory Board della Vigilanza europea presso la BCE,…

Continua a leggere

Più Europa, più sociale

Più Europa, più sociale

“Permane la disuguaglianza. L’Europa non è sufficientemente sociale. Dobbiamo cambiarla.” Potrebbero sembrare parole da “sinistra radicale”, se non fosse noto che sono, invece, quelle pronunciate il 14 settembre scorso dinanzi al Parlamento europeo da Jean-Claude Juncker, presidente della Commissione.  Juncker ha ragione. Per raccogliere l’accorato appello sarebbe, dunque, utile pensare ad uno strumento che contribuisca a costruire un’Europa più “politica” e a costo possibilmente zero. In realtà, un’idea c’è. L’ha lanciata poco prima dell’estate il…

Continua a leggere

Ue: mancanza di memoria storica nemica della democrazia

Ue: mancanza di memoria storica nemica della democrazia

“La democrazia, scriveva Norberto Bobbio, alimenta aspettative che non è in grado di soddisfare”. Ampliando i margini di libertà e alimentando il “mito” dell’uguaglianza, la democrazia dilata le aspettative degli individui di poter realizzare i propri progetti, di esplorare l’ignoto travolgendo ogni limite, di proiettarsi continuamente nel futuro non accontentandosi mai di quello che si ha. Se a ciò si aggiunge la travolgente velocità con cui la tecnologia sta cambiando la nostra vita, ecco spiegata…

Continua a leggere

Il vento del populismo soffia sulla Ue

Il vento del populismo soffia sulla Ue

Alcune ragionate riflessioni di Giorgio Napolitano sulla inopportunità del ricorso al referendum popolare per decidere la permanenza o l’uscita del Regno Unito dalla Ue hanno fornito al “popolo del web” l’occasione per l’ennesimo bombardamento a suon di insulti e improperi a danno dello stesso Presidente emerito. Con la calma e l’attenzione che l’argomento merita, proviamo svolgere alcune considerazioni sul tema. A decidere se rimanere o andarsene dalla Ue è stato chiamato il popolo. Quale popolo?…

Continua a leggere

Brexit: qualche spunto per la leadership europea

Brexit: qualche spunto per la leadership europea

Sono ore, queste successive al voto per la Brexit, in cui si sente la necessità di una forte leadership politica a livello europeo. Se la si potesse comprare sui mercati azionari, venderebbe più di un bene-rifugio. Dalla vicenda di David Cameron, promotore del referendum sull’Unione europea e dimissionario perché sconfitto dal voto del 23 giugno, si possono però forse trarre alcune lezioni anche per i leader europei che, già dall’incontri Berlino, e poi dal Consiglio…

Continua a leggere

Reddito minimo e la via italiana all’occupazione

Reddito minimo e la via italiana all’occupazione

È stata finalmente tracciata la via italiana al reddito minimo (RM). Dopo venti anni di attesa, “un milione di famiglie riceverà 320 euro al mese”, ha confermato il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. Il piano è contenuto nel disegno di legge delega in materia di contrasto alla povertà approvato a gennaio. Dunque, entro sei mesi dal via libera del Parlamento arriveranno i decreti attuativi. Si tratta di un importante passo avanti visto che il nostro Paese…

Continua a leggere

Senza Schengen è a rischio la nostra identità di europei

Senza Schengen è a rischio la nostra identità di europei

Per comprendere cosa sia in gioco quando si parla di Trattato di Schengen e di frontiere all’interno dell’Unione europea, è necessario fare un passo indietro e contestualizzare un tema che tocca l’identità stessa dell’Europa, al di là dei contingenti aspetti economici o di sicurezza. Con la sospensione parziale del regolamento di Dublino in atto dall’agosto del 2015 e il regime di Schengen che vacilla, si rischia concretamente di vedere svanire l’Europa così come l’abbiamo concepita…

Continua a leggere
1 2