LibertàEguale

Digita parola chiave

Oltre i limiti della democrazia liberale. Il caso del Texas

Carlo Fusaro giovedì 12 Agosto 2021
Condividi

di Carlo Fusaro

Non è che con l’elezione di Biden e il fallimento del folle assalto al Congresso del 6 gennaio scorso il peggio dei problemi della democrazia liberale negli Stati Uniti sia passato.

I repubblicani continuano a controllare completamente 23 stati su 50 e fanno danni irreparabili in molti casi.

Le c.d. “trifecta” (lo stesso partito ha eletto il governatore e controlla una o entrambe le camere statali: tutti gli Stati ne hanno due tranne il Nebraska) sono appunto ventitrè. I casi di “governo diviso” sono 12. I casi “trifecta” per i dem sono 15.

Detto in altre parole, su 99 camere legislative statali i repubblicani ne controllano 61, quasi due terzi. Ma quel che preoccupa sono quei 23 Stati in cui il GOP può fare, e fa, il bello e il cattivo tempo.

Anche perché in alcuni Stati, dopo anni di controllo repubblicano, anche la Corte Suprema statale è controllata da giudici repubblicani. E’ il caso del Texas dove i giudici sono tutti GOP.

Ora fino a 10-15 anni fa, tutto ciò non avrebbe suscitato particolari allarmi. Ma dopo l’affermarsi del trumpismo e ancor prima dell'”adversarial politics” (i partiti non si limitano a competere, ma coltivano – specie i repubblicani, specie dopo Trump – strategie fondate su una radicale mutua avversità che non lascia spazio ad alcun compromesse proprio sui temi più delicati) i pericoli sono evidenti.

E infatti, come non bastasse l’immenso danno provocato ad arte da Trump con la sua sistematica delegittimazione del voto popolare, negli Stati trifecta il GOP procede con una campagna metodica di elaborazione e varo di leggi volte a limitare, con gli espedienti e le scuse più diverse, l’esercizio del diritto di voto: in coerenza e continuazione delle strategie dell’ex presidente (che guarda alle prossime elezioni del 2022).

Vengo al Texas, dove una simile legge è stata proposta: per evitarne il varo la minoranza democratica ha scelto una sorta di Aventino, facendo mancare il numero legale. Circa 50 deputati statali democratici hanno addirittura lasciato lo stato per evitare di farsi notificare le convocazioni. Il governatore repubblicano ha reagito convocando una sessione straordinaria dopo l’altra (per ora invano). In ultimo, ieri 10 agosto, col consenso della Suprema corte statale in assenza dei democratici (salvo una minoranza di undici, più un repubblicano, 80 a 12) ha fatto votare l’obbligo legale di comparizione per gli aventiniani fino ad includere, per i questori, il potere di arrestare (avete letto bene: arrestare) i renitenti e trascinarli con la forza in aula (a fare numero legale, permettendo così alla legge antivoto di passare).

Io guardo queste vicende inorridito e un po’ spaventato, dicendo a me stesso e agli amici texani e americani: nemmeno Mussolini fece trascinare in aula, con la forza pseudolegale dell’arresto, Turati e gli altri circa 130 dell’Aventino (aspettò due anni e ne fece dichiarare decaduti 123 nel novembre del 1926, arrestandone e/o inviandone al confino molti nei mesi ed anni successivi: ma l’Italia era oramai una dittatura).

Tags:

Lascia un commento

L'indirizzo mail non verrà reso pubblico. I campi richiesti sono segnati con *

Privacy Preference Center

Preferenze

Questi cookie permettono ai nostri siti web di memorizzare informazioni che modificano il comportamento o l'aspetto dei siti stessi, come la lingua preferita o l'area geografica in cui ti trovi. Memorizzando l'area geografica, ad esempio, un sito web potrebbe essere in grado di offrirti previsioni meteo locali o notizie sul traffico locale. I cookie possono anche aiutarti a modificare le dimensioni del testo, il tipo di carattere e altre parti personalizzabili delle pagine web.

La perdita delle informazioni memorizzate in un cookie delle preferenze potrebbe rendere meno funzionale l'esperienza sul sito web ma non dovrebbe comprometterne il funzionamento.

NID

ad

Statistiche

Google Analytics è lo strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Questo servizio potrebbe utilizzare un insieme di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche sull'utilizzo dei siti web senza fornire informazioni personali sui singoli visitatori a Google.

__ga
__ga

other